Prima o poi doveva accadere. Forse a causa delle condizioni di salute di Steve Jobs che non lasciavano presagire nulla di buono ecco che in un caldo giorno di Agosto la Apple (la nota casa produttrice di computer, iPhone, iPad e iPod) non ha più il suo fondatore come CEO: Jobs ha ritenuto di defilarsi da impegni così gravosi poichè non più in grado di continuare. La notizia non ha di certo colto di sorpresa coloro che seguono assiduamente le vicende di casa Cupertino (sede Apple). Da tempo gli analisti attendevano questa decisione e difatti il temuto contraccolpo delle azioni Apple a Wall Street non c’é stato. Quindi il post di oggi più alla notizia in se vuole essere un omaggio all’uomo Steve Jobs e a tutto quello che ha rappresentato, non solo per Apple ma per il settore informatico e dell’entertainment (Pixar) negli ultimi 30 anni, dal primo Apple fino all’ultimo Macbook Air: una continua ricerca e sfida sui materiali, i contenuti, la fruibilità. E’ in uscita alla fine di quest’anno una biografia autorizzata che racconta chi è Steve Jobs: “quest’uomo che veste usualmente jeans, un dolcevita nero e scarpe da ginnastica… si dice di Lui che sia un fanatico del lavoro, motiva chi gli sta intorno con entusiasmo, produce un cosiddetto “campo di distorsione della realtà”, appassionato di tecnologia, in grado di gestire con accuratezza ogni decisione, arrogante ed intollerante; in grado di manifestare una calma in stile Zen” (da VolainRete.it). Sono sicuro che Apple, nonostante qualche caduta di stile degli ultimi tempi, saprà proseguire sulla strada dell’innovazione. Per i prossimi due o tre anni saranno poche le conseguenze dell’abbandono del suo fondatore, infatti chi lavora in questo ambiente sa che i nuovi prodotti vengono sviluppati per essere distribuiti in un arco di tempo “a medio termine” e pertanto per i prossimi mesi le strategie della casa di Cupertino rimarranno sostanzialmente invariate. Vedremo in futuro cosa cambierà e soprattutto se, ora che Jobs si è “ridotto” a semplice dipendente, potrà ancora influire su qualche decisione importante.

Siamo ottimisti dunque e come diceva Yoda in Guerre Stellari: “No! C’è n’è un altro [di Steve]”. Chissà che il buon vecchio Woz (al secolo Steve Wozniak, co fondatore di Apple) non decida di tornare in sella.

Qui sotto potete vedere un video che definirei il Jobs pensiero spiegato da Steve Jobs. Molto bello ed educativo per le prossime generazioni. E’ il discorso fatto in occasione del conferimento della laurea honoris causa della Stanford University nel 2005.

Si parla di sogni e di speranze, nel credere fortemente nelle proprie capacità e di dare sempre tutto per il raggiungimento di uno scopo. Infine vi lascio con la lettera con la quale Steve Jobs si è congedato dalla Apple in qualità di CEO (Chief Executive Officer):

Al consiglio di amministrazione di Apple e alla Comunità di Apple:

Ho sempre detto che se mai fosse venuto un giorno in cui non sarei più riuscito ad assolvere ai miei doveri e aspettative come CEO di Apple, sarei stato il primo a farvelo sapere. Purtroppo, quel giorno è arrivato.

Con la presente rassegno le dimissioni come amministratore delegato di Apple. Vorrei operare, se il Consiglio lo ritiene opportuno, come Presidente, membro del Consiglio e dipendente Apple.

Per quanto riguarda il mio successore, vi raccomando vivamente di seguire il nostro piano e nominare Tim Cook come CEO di Apple.

Credo che i più brillanti e innovativi giorni di Apple siano davanti a noi ed io guardo avanti per contribuire al successo in un nuovo ruolo.

Ho incontrato alcuni dei migliori amici della mia vita in Apple e vi ringrazio per i molti anni in cui ho potuto lavorare al vostro fianco.

Steve






Commenta l'articolo

commenti

Pin It on Pinterest

Share This

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi