Una volta si diceva esser puntuali come le tasse, ebbene Apple anche per quest’anno è stata puntuale e proprio alla fine dell’estate ha messo in vendita il nuovo iPhone e ha fatto sette. Addirittura in contemporanea rispetto alla solita attesa di un paio di settimane rispetto alla premiere offerta per i Paesi che contano, i nuovi iPhone 7 e iPhone 7 Plus sono stati messi in vendita il 16 Settembre. In questa recensione ci occuperemo del fratello maggiore ovvero del modello Plus. I motivi? E’ il modello che ho scelto di acquistare (nella versione nero opaco, 128GB) e che racchiude in se ulteriori novità rispetto al 7 non plus, in particolare un display da 5.5″ full HD, 3GB di RAM, doppia fotocamera, una batteria più capiente.

iPhone 7 Plus. Con il suo “nuovo” display retina da 5.5″ è ascrivibile alla categoria dei phablet: un po smartphone, un po tablet ed è la risposta di Apple a chi desidera un oggetto con una marcia in più sacrificando un pizzico di praticità, perché diciamocela tutta con uno smartphone che misura 158,2 x 77,9 x 7,3 mm e pesa 188gr qualche difficoltà di trasporto la può creare. Nulla di trascendentale ma di sicuro se ne avverte la presenza sia in tasca che in mano. Ma veniamo al sodo. Tutte le volte che esce un nuovo iPhone le domande sono sempre le stesse: cosa c’è di nuovo? vale la pena comprarlo? la batteria dura di più? Come vedremo, nel corso della recensione, le novità introdotte da Apple sono tante e tali da rendere superflue le risposte, dunque ecco perché iPhone 7 Plus è davvero il miglior iPhone di sempre.

img_0117

 
Il display. 
Nuovo, in grado di riprodurre una gamma di colori più ampia di quanto facessero quelli usati per gli iPhone precedenti, questo display LCD LED con diagonale da 5.5″ ha una risoluzione FULL HD (1080p) e probabilmente rappresenta il meglio in commercio per la sua categoria e seppur distante, come resa sui neri, da un AMOLED, è davvero un bel vedere. Colori brillanti, ben bilanciati, buon nero e ottimo contrasto (1300:1 tipico), fanno di questo display una gioia per gli occhi. Tenete in considerazione anche che, utilizzando AirPlay per vedere lo schermo del vostro iPhone in TV, il modello Plus è l’unico che vi consentirà di riempire lo schermo in 16:9 anizchè 4:3 con le odiose bande nere laterali. Voto 8.

Il design. Se apparentemente sembra [quasi] del tutto identico al modello precedente, anche per quanto riguarda il design, nel nuovo iPhone 7 Plus qualcosa è cambiato. Innanzitutto scompaiono quasi definitivamente le appariscenti e sinceramente poco gradevoli antenne poste sul retro, ora sono state spostate lungo il bordo superiore ed inferiore rendendo la parte posteriore dello smartphone più pulita e accattivante. Corpo in un blocco unico di alluminio anodizzato. Altra novità: due nuove colorazioni, nero e nero lucido (jet black) che, a giudicare dalla difficoltà con le quali si possono trovare in questi giorni, sono state davvero ben gradite. In particolare la versione in nero lucido è qualcosa da guardare: bellissima! Ma ahimè a meno che non vogliate ritrovare il vostro nuovo iPhone pieno di piccoli graffi è da proteggere subito con una cover. Perchè? Purtroppo il processo di lucidatura ha comportato una quasi assenza del trattamento anti-graffio rendendo questo colore assolutamente da evitare se siete affetti da OCD / DOA, bellissimo da guardare, impossibile da toccare. Da sottolineare come nota positiva l’impermeabilità in standard IP67 (mezz’ora immerso in acqua fino ad una profondità di un metro) che rende il nuovo iPhone più resistente che mai. Voto 7.5

Il nuovo [non] tasto home. Altra piccola evoluzione, ma qui sarebbe forse più appropriato chiamarla rivoluzione. Scompare il tasto meccanico che lascia il posto ad uno a stato solido che restituisce la sensazione di pressione grazie a quello che Apple chiama TAPTIC ENGINE, tecnologia che aveva fatto la sua comparsa per prima nei Macbook come trackpad.  Bisogna abituarsi perché, per quanto efficace sia la vibrazione che accompagna la pressione del dito su di esso, la sensazione non è del tutto convincente. Se non altro sono scomparsi definitivamente rumori di click più o meno diversi per ogni unità, rotture meccaniche e quant’altro possa capitare ad un meccanismo che viene sollecitato decine e decine di volte al giorno. Voto 7.

La nuova CPU Apple A10 Fusion.  La dimostrazione di quanto oramai sia l’hardware a fare la differenza e non più il software, è questa nuova CPU: 4 core di cui 2 dedicati a compiti di routine e due per le app più esigenti in fatto di calcoli, risulta essere più performante della CPU in dotazione ai Macbook Air e con i suoi 2.3Ghz rende iPhone 7 Plus tra i più veloci smartphone in commercio, superando agevolmente anche mostri da 8 core che sulla carta dovrebbero fare terra bruciata. A10 Fusion viene realizzata da TSMC con un processo produttivo di 16 nm, ha una superficie di 125 mm² e  nello stesso die vi è stata inserita anche la RAM: 2GB per l’iPhone 7 e ben 3GB nel 7 Plus. Per quanto riguarda il comparto video ci sono 6 core dedicati all’elaborazione grafica. Appena arriveranno le prime app in grado di sfruttare tutta questa potenza ne vedremo delle belle. Voto 10.

Videocamera / Fotocamera. Un ulteriore passo in avanti lo ha fatto anche la fotocamera frontale che ora ha una risoluzione di 7MP, più che sufficienti per selfie e videocall. La resa è più che discreta con tanto di stabilizzazione ottica. La vera novità è però situata sul retro dello smartphone dove troviamo una doppia fotocamera da 12MP da f1.8 e tele 2x che rendono iPhone 7 Plus uno strumento fotografico davvero valido e  che ora, anche grazie ad iOS 10, può scattare foto in modalità RAW o Adobe DNG con Lightroom ottenendo così risultati ancora migliori.


La qualità delle nuove ottiche Apple è davvero ottima ed è possibile scattare foto con effetto bokeh (primi piani a fuoco e sfondo sfocato) che fino a ieri erano riservate a DSLR di fascia medio-alta. Certo non aspettatevi gli stessi risultati (ci mancherebbe) ma l’effetto è comunque gradevole. Per quanto riguarda i filmati, così come per il modello precedente, c’è la possibilità di registrare video a risoluzione 4k 30FPS e poi a scalare fino al classico 1080p 60FPS. Senza incertezze con messa fuoco velocissima. Voto 9.

14435196_249447998786193_7846501008009398807_o

 
Telefono e audio. 
Se tra le mille funzioni disponibili dovesse capitarvi di usare il nuovo iPhone 7 Plus come telefono sappiate che non ci sono problemi. OK scherzi a parte, la qualità delle chiamate è buona, leggermente inscatolata per via della nuova configurazione dello speaker che ora fa anche da vivavoce stereo. Il suono rimane comunque piacevole e senza quel gracchiare che era presente in alcune situazioni su iPhone 6. La ricezione è pressoché identica al modello precedente, dunque buona. iPhone 7 Plus è un GSM Quad-band (850/900/1800/1900 MHz) in grado di utilizzare l’ultima versione del protocollo LTE. Voto 8.

Batteria. Rispondiamo subito alla domanda sulla durata con un si: la batteria di iPhone 7 Plus dura di più rispetto a quella degli iPhone precedenti.  Essendo da 2915 mAh permette di avere un’autonomia di un’ora in più rispetto al suo predecessore iPhone 6s Plus.  In pratica se userete questo smartphone senza esagerare arriverete a fare tranquillamente due giorni prima di dover ricaricare. Voto 8.

L’assenza del jack per le cuffie. Criticato da molti, ammirato da pochi (io tra questi). L’aver rimosso il vetusto attacco da 3.5mm per le cuffie è stato un azzardo per Apple, un rischio calcolato che nelle intenzioni dell’azienda di Cupertino dovrebbe fare da volano per mettere definitivamente in moto il mercato del wireless. Oggi qualche dubbio sui risultati c’è, qualitativamente parlando al momento per ascoltare musica di qualità non c’è niente di meglio che un cavo ed un ottimo DAC ma eccezioni come le nuove cuffie wireless di B&W P7 promettono grandi cose per il futuro prossimo. Per il momento e se siete vedove del jack cuffie, Apple vi viene incontro con un piccolo adattatore da lightning a jack che potrete usare fin da subito poiché presente nella confezione del nuovo iPhone. Voto 10 (per il coraggio di cambiare).

iphone_missing_jack

 
Conclusioni. 
Bello, potente, con una doppia fotocamera entusiasmante, un’interfaccia veloce e senza incertezze, un ecosistema semplicemente perfetto e finalmente l’impermeabilità da agenti atmosferici come acqua e polvere: il nuovo iPhone 7 Plus non rivoluziona ma evolve e cresce imponendo nuove strade al settore (l’assenza del jack per le cuffie ne è un esempio). Disponibile nei tagli di memoria da 32, 128 e 256 GB è davvero il migliore iPhone di sempre e se lo acquisterete non potrà che darvi grandi soddisfazioni. Certo la sensazione di dejavu con i modelli precedenti c’è, ma non fermatevi all’apparenza, sotto il cofano c’è un mondo tutto nuovo. Non un solo aspetto di questo iPhone è stato tralasciato da Apple, nulla è rimasto come prima. Piccoli miglioramenti in alcuni casi, più grandi in altri. Dunque in attesa di una  rivoluzione che forse non avverrà mai,  godiamoci questo nuovo gioiello di Apple. Voto Finale 8.5


 



 

 

Commenta l'articolo

commenti

Pin It on Pinterest

Share This

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi