Dove eravate il 23 Agosto del 2007? Nessuno di voi se lo ricorda a meno che non vi sia capitato qualcosa di indimenticabile. Tralasciando tragedie ed altri eventi negativi, io mi ricordo perfettamente dove mi trovavo. Ero su un autobus che mi stava portando da Los Angeles a Las Vegas. Ed è stato li che per la prima volta ho visto il primo iPhone della storia. Me lo mostrò un mio amico americano che voleva farmi vedere il suo ultimo selfie con Paris Hilton che aveva incontrato in discoteca qualche giorno prima. All’epoca il mio riferimento era un Pocket PC con funzioni telefoniche della Compaq di cui oggi non mi ricordo più nemmeno il nome, quando ho visto il primo iPhone l’ho odiato: quello schermo così piccolo, nessuna possibilità di installare applicazioni terze parti, banale. Dite che non c’avevo capito niente? Può darsi ma siccome di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia, oggi, 10 anni abbondanti dopo, siamo qui a recensire l’ultimo modello, quello del decennale che manco a dirlo si chiama iPhone X (ten – dieci e non ics). Oggi non ci sono più dubbi su quale sia il migliore smartphone del mercato e anche se con qualche limite questo iPhone X ne ribadisce il concetto.

 
Il design.
Acciaio e vetro sono gli elementi costitutivi per uno dei migliori design mai visti in uno smartphone. Linee morbide che contrastano il freddo acciaio lucido si introducono ad un frontale completamente privo di pulsanti, una lastra nera di vetro che è pronta a colpirvi per la sua bellezza al primo sguardo anzi al primo FaceID. Il retro, completamente in vetro lucido, è piacevole al tatto e con un buon grip. Lungo i bordi si trovano i pulsanti e le antenne che sono praticamente invisibili. Non particolarmente leggero (174gr) ma molto più compatto rispetto ai suoi predecessori (in particolare iPhone 7/8 Plus) nella colorazione nera / grigio scuro raggiunge un livello di qualità costruttiva ai vertici. Sempre sporgente la fotocamera con i suoi due obiettivi grandangolo ƒ/1.8 e teleobiettivo ƒ/2.4. Voto: 9

 
Il display.
Una delle novità più evidenti di questo iPhone del decennale è senza dubbio il nuovo display Oled (risoluzione 2436 x 1125 a 458 ppi). Ora, al di la della piega che sta prendendo il mercato degli smartphone nell’adottare questo tipo di display rispetto ai più tradizionali LCD IPS, il nuovo schermo Oled di questo iPhone colpisce per la brillantezza e vivacità dei colori (gestisce in modo ottimale i segnali HDR / Dolby Vision di Netflix) e per il fatto di essere completamente privo di bordi e ad eccezione della piccola apertura superiore che tradisce sensori per il riconoscimento facciale, la fotocamera frontale e lo speaker, questo schermo è un tutt’uno con la parte anteriore dando una sensazione d’ampiezza maggiore di quella che effettivamente è (possessori di iPhone 7/8 Plus siete avvisati).  Magnifico al primo sguardo ma con alcuni limiti tipici della tecnologia Oled, di tutti gli schermi Oled:  piccole variazioni di colore variando l’angolo di visuale, leggera scia sullo scroll e tendenza al burn in (persistenza di immagini a forte contrasto). A tal proposito Apple ha prodotto un documento per spiegare queste “problematiche” e ridurne la presenza. Vi invito a leggerlo. Comunque, secondo DisplayMate.Com è il migliore display OLED finora presente su uno smartphone. Cito “It is Visually Indistinguishable From Perfect, and is very likely considerably better than any mobile display, monitor, TV or UHD TV that you have”. Voto: 9

 
Fotocamera. 
Le caratteristiche della fotocamera posteriore (principale) sono di un 12MP con doppio obiettivo: grandangolo ƒ/1.8 e teleobiettivo ƒ/2.4 con zoom ottico; zoom digitale fino a 10x e stabilizzazione doppia dell’ottica. Flash True Tone e rivestimento in zaffiro sempre per la fotocamera principale. Capacità di registrazione di video 4K a 24 fps, 30 fps o 60 fps,  HD (1080p) a 30 fps o 60 fps e HD (720p) a 30 fps. Anteriormente troviamo una meno performante fotocamera da 7MP. Ma alla fine che foto fa? Ottime ma non da primato. Quello, secondo DxOMark spetta al Google Pixel 2 mentre iPhone X si piazza secondo assoluto. Meglio del nuovo iPhone 8, molto meglio di iPhone 7. Sembrano esserci margini di miglioramento e con gli aggiornamenti di iOS11 vedremo se sarà così. Nulla da eccepire sul fronte dei video con riprese 4K davvero eccellenti sia dal punto di vista del dettaglio che dell’esposizione. Infine come non citare la fantastica nuova modalità di scatto “ritratto”, impensabile solo qualche mese fa ottenere simili effetti se non da fotografi professionisti appositamente attrezzati. Ottimi e dettagliati i primi piani, colori perfettamente riprodotti. Voto: 8.5

 
Face ID.
Scomparso il riconoscimento dell’impronta per lo sblocco, fa capolino il nuovo sistema di riconoscimento facciale di Apple, chiamato per l’appunto Face ID. Ora sul funzionamento è inutile soffermarsi più di tanto: basta guardare il vostro iPhone et voilà lo sblocco avviene in un istante. Quello che in queste ore sta emergendo è che forse il riconoscimento dell’impronta era un metodo più sicuro. Al di la degli haters che sono gli stessi che ignorano che lo sblocco facciale del rivale Samsung avviene anche con una foto del proprietario, il nuovo sistema di riconoscimento facciale presta il fianco a qualche problematica di sicurezza quando si verificano alcune (rare in verità) condizioni (che sono ancora in fase di valutazione circa la loro autenticità) ma andate tranquilli in giro per il mondo dove a meno che non incontrerete il vostro sosia (tutti ne abbiamo almeno uno) tutti i vostri segreti saranno al riparo. Voto: 8.5

 
Conclusioni.
 Il migliore iPhone di sempre? Si, l’interfaccia fluida come non mai anche grazie alla nuova CPU a 6 Core A11 Bionic la cui potenza umilia il resto della concorrenza (anche quella da 20 Core) e di cui ancora non conosciamo tutte le potenzialità, fanno di questo nuovo iPhone X il migliore smartphone della sua categoria. Audio e ricezione sono ottimi e a livello di iPhone 7 Plus, niente di negativo da segnalare anzi direi che il comparto audio del viva voce (chiamate e musica) è davvero migliorato con una resa e un volume davvero superiore, la batteria (anzi le due batterie) promettono di arrivare tranquillamente a fine giornata con un uso medio-intenso. Per tutti gli altri si può tranquillamente arrivare a fine del secondo giorno. Certo il prezzo è elevato, dannatamente elevato, ma qualità dell’assemblaggio e features fantastiche come lo schermo, la ricarica wireless in standard QI anche se arrivata con colpevole ritardo (vedi foto sotto) e i materiali usati ne giustificano (in parte) l’esborso.

Limiti? Si, ci sono e ne abbiamo discusso sopra ma se potete permettervi di spendere tali cifre (1189 euro per il modello da 64GB e duecento in più per quello da 256GB) non ve ne pentirete. L’unico consiglio che posso dare lo rivolgo ai possessori del modello Plus di iPhone: la grandezza dello schermo potrebbe riservarvi qualche sorpresa negativa…valutate dal vivo se acquistare o meno questo nuovo Device. Per tutti gli altri: buon acquisto. Voto finale complessivo: 9

Commenta l'articolo

commenti

Pin It on Pinterest

Share This

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi