Ce l’hanno fatta. I complimenti vanno a tutti ma in particolare ai due ministri Calderoli e Maroni che hanno sempre creduto e lottato affinché quello che è accaduto a Monza diventasse realtà: finalmente anche la Padania ha i suoi Ministeri. E’ un trionfo! Al popolo padano non senza un pizzico d’invidia vanno le nostre congratulazioni perché questa è la realizzazione del vero federalismo. Alla fine si sono dovuto arrendere anche gli uccellacci del malaugurio pidiellini che hanno messo i bastoni tra le ruote ad ogni occasione. Oggi, alla presentazione in quel di Villa Reale a Monza, c’erano tutti i massimi rappresentanti delle Istituzioni legiste compreso il convalescente Bossi che dalla sede distaccata della Padania in Svizzera tornava da un intervento alla cataratta. “Orgoglio padano vola lontano!” gridavano le migliaia anzi milioni di cittadini padani giunti da tutto il Regno. Dalla capitale della Terronia giungono notizie che rinvigoriscono ancora di più il padano fuoco della vittoria:

La Roma ladrona dovrà chinare il capo, l’invecchiato ragazzo meraviglia del neofascismo sprangatore Gianni Alemanno se ne farà una ragione, Renata Polverini abbasserà la frangia alla maschietta da ausiliaria dei trucidi camerati di borgata innanzi al virile celodurismo dei Brenno discesi dal Nord.

Il Fatto Quotidiano

Da oggi i cittadini padani non avranno più da lamentarsi ed in giro per il mondo potranno dire con quella fierezza celtica che solo loro hanno “anch’io sono un padano d’Europa!”.

 






 

Commenta l'articolo

commenti

Pin It on Pinterest

Share This