Oggi vi voglio raccontare qualcosa di curioso accaduto durante la partenza della missione STS-119 di qualche mese fa. Stiamo parlando, ovviamente, dello Space Shuttle.

Dovete sapere che, generalmente, durante la partenza non solo di un veicolo come lo Space Shuttle ma anche di un normalissimo aereo può accadere quello che in gergo viene chiamato “bird strike”: cioè uno o più volatili possono urtare il veicolo e danneggiarlo anche in modo serio. Pensate ad esempio ad una turbina di un aereo che risucchia un uccello.

Per ovviare a questo inconveniente su tutta l’area di decollo dello Space Shuttle a Cape Canaveral in Florida (60.000 ettari di territorio protetto) un gruppo di falchi sono allevati allo scopo di evitare che specie pericolose di altri uccelli nidifichino e possano creare potenziali pericoli. I falchi, per loro natura, contrastano qualsiasi pennuto estraneo che entra nel loro territorio. Nonostante ciò  durante una verifica dell’integrità della struttura di lancio che comprende: rampa, vettore, serbatoio principale e boosters laterali, i tecnici della NASA hanno scoperto che un piccolo pipistrello si era aggrappato al serbatoio principale pochi istanti prima della partenza.

Non sappiamo che fine abbia fatto (alla NASA pensano che sia volato via proprio qualche momento prima del lancio, altri dicono che fosse ferito) ma più di qualche buontempone ha voluto creare dei filmati e postarli su YOUTUBE a testimonianza del curioso “incidente” e a ricordo del pipistrello che sfidò lo spazio.

 

 

 

Commenta l'articolo

commenti

Pin It on Pinterest

Share This