iPhone 7 Plus, aspettando la rivoluzione

Una volta si diceva esser puntuali come le tasse, ebbene Apple anche per quest’anno è stata puntuale e proprio alla fine dell’estate ha messo in vendita il nuovo iPhone e ha fatto sette. Addirittura in contemporanea rispetto alla solita attesa di un paio di settimane rispetto alla premiere offerta per i Paesi che contano, i nuovi iPhone 7 e iPhone 7 Plus sono stati messi in vendita il 16 Settembre. In questa recensione ci occuperemo del fratello maggiore ovvero del modello Plus. I motivi? E’ il modello che ho scelto di acquistare (nella versione nero opaco, 128GB) e che racchiude in se ulteriori novità rispetto al 7 non plus, in particolare un display da 5.5″ full HD, 3GB di RAM, doppia fotocamera, una batteria più capiente.

iPhone 7 Plus. Con il suo “nuovo” display retina da 5.5″ è ascrivibile alla categoria dei phablet: un po smartphone, un po tablet ed è la risposta di Apple a chi desidera un oggetto con una marcia in più sacrificando un pizzico di praticità, perché (…continua a leggere)

Ecco perchè Obama ama Windows!

E’ sbocciato (di nuovo) l’amore tra l’inquilino della Casa Bianca e Bill Gates, ex CEO di Microsoft ed attuale maggior azionista. Tanti nuovi tablet targati Microsoft da distribuire in tutti gli uffici pubblici americani. Già perché se quei cattivoni di Apple non vogliono fornire all’FBI o NSA le “chiavi” per entrare a loro piacimento nei telefoni e tablet dei possessori dei prodotti di Cupertino (tranquilli terroristi o semplici cittadini credetemi non sono mai stati il vero motivo di scelta, Watergate docet) allora ci si può sempre rivolgere al buon vecchio Bill (…continua a leggere)

Apple vs Microsoft ma per finta!

In un bell’articolo ad opera di Claudio Carelli facciamo luce su perché gli acerrimi concorrenti Apple e Microsoft collaborano [da sempre] per migliorare e migliorarsi!

Finalmente la fiera IFA 2015 è terminata, l’evento Apple di settembre si è tenuto, e posso ritornare un po’ a “rilassarmi”. So che in realtà il tempo di “relax mentale” durerà poco, visto anche che al ritorno da Berlino già nuovi eventi sono stati annunciati – nello specifico da LG, da Google e da Microsoft -, ma almeno ora posso trovare qualche ritaglio di tempo per riflettere su ciò che è stato.

Oggi volevo trattare un accaduto che effettivamente è passato un po’ in sordina, ma che per quanto mi riguarda è decisamente importante, quasi da includerlo nell’albo della storia della tecnologia. Questo ha molto a che vedere con l’evento Apple che si è concluso da poco, quello che doveva essere legato semplicemente ai nuovi iPhone 6s e 6s Plus, e non anche Apple TV di quarta generazioneiPad Mini 4 ed iPad Pro. Sì, se avete letto il titolo di questo articolo avrete già capito: faccio riferimento alla presenza ufficiale di Microsoft ad un evento Apple.

Siamo rimasti tutti un attimo un po’ scioccati quando, sul palco del Civic (…continua a leggere)

Il lungo addio [ad Android]

Mi ha colpito molto l’articolo pubblicato (in inglese) da uno dei blogger più accaniti sostenitori dell’universo Android, Lorenzo Franceschi-Bicchierai, che ha deciso di abbandonare l’OS di Google ed abbracciare quello di Apple, ovvero iOS. Al di la delle battaglie (puerili e sterili) tra fanboy di una e dell’altra corrente credo che molti spunti sulle motivazioni che lo hanno spinto a questa scelta torneranno utili a tutti gli interessati e cioè noi utenti. Vi propongo la versione tradotta in italiano.

“Goodbye Android” di Lorenzo Franceschi-Bicchierai

La settimana scorsa, sono stato in giro con alcuni hacker ed esperti in sicurezza [informatica ndr] in una conferenza a Brooklyn, quando ho tirato fuori il mio telefono Sony.

“Oh! Il giornalista utilizza Android. Questo è sicuro! “, Ha detto un ragazzo accanto a me, in un tono molto sarcastico.

Ho lasciato stare il (…continua a leggere)

Pin It on Pinterest

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi