Le sei bugie sul caso Englaro

Oggi è comparso sul sito online de “l’Unità” quello che probabilmente è l’articolo più preciso ed efficace sul “caso Englaro”.

Ve lo riporto perché credo possa chiarire tutta una serie di equivoci e speculazioni che finora si sono rovesciate su questa tragedia familiare.

1.«Eluana soffrirà»?Il cervello di Eluana è stato irrimediabilmente compromesso la notte del 18 gennaio 1992 quando la sua auto slittò sul terreno ghiacciato e andò a sbattere contro un muro. L’incidente lasciò intatte le parti del cervello che controllano le funzioni fisiologiche primarie, come la respirazione e il battito cardiaco, che si trovano nel cosiddetto tronco encefalico. I danni più gravi riguardarono invece la corteccia cerebrale, una sorta di “cuffia” che avvolge il cervello e nella quale (…continua a leggere)

Pin It on Pinterest