I cinghiali e l’anacronismo del cacciatore

Come solitamente accade nel Bel Paese quando ci scappa il morto è il momento in cui cittadini ed istituzioni prendono coscienza dei mille e uno problemi che ci affliggono. Così oggi si scopre che da noi i cinghiali sono un po troppi. Di chi è la colpa? Facile, dei cacciatori. Come si risolve il problema? Difficilissimo, (…continua a leggere)

Lo strano caso di Elisa Lam

Ci sono misteri così inquietanti e strani che rimangono stampati nella mente per giorni e giorni. Il caso di Elisa Lam è uno di essi. Nel febbraio 2013, la studente 21enne di Vancouver, in Canada, è stata trovata morta all’interno del serbatoio di acqua sul tetto del Cecil Hotel di Los Angeles. Il Dipartimento dei Coroner di Los Angeles ha stabilito che si trattasse di morte “accidentale causata dall’annegamento” e non ha rinvenuto tracce di droghe (…continua a leggere)

Le sei bugie sul caso Englaro

Oggi è comparso sul sito online de “l’Unità” quello che probabilmente è l’articolo più preciso ed efficace sul “caso Englaro”.

Ve lo riporto perché credo possa chiarire tutta una serie di equivoci e speculazioni che finora si sono rovesciate su questa tragedia familiare.

1.«Eluana soffrirà»?Il cervello di Eluana è stato irrimediabilmente compromesso la notte del 18 gennaio 1992 quando la sua auto slittò sul terreno ghiacciato e andò a sbattere contro un muro. L’incidente lasciò intatte le parti del cervello che controllano le funzioni fisiologiche primarie, come la respirazione e il battito cardiaco, che si trovano nel cosiddetto tronco encefalico. I danni più gravi riguardarono invece la corteccia cerebrale, una sorta di “cuffia” che avvolge il cervello e nella quale (…continua a leggere)

Pin It on Pinterest