I profeti del terremoto

Il terremoto che ha colpito Amatrice e le zone limitrofe ha di nuovo dato voce ai ciarlatani che affermano di poter prevedere un terremoto, ignorati dalla scienza che essi chiamano ufficiale. Sono quelle persone che nella vita fanno o hanno fatto tutt’altro, tipo – ne scelgo uno a caso – l’elettricista in pensione, e tuttavia si spacciano per esperti di sismologia (“…ero in America per lavoro quando ho avuto notizia della scossa…”  Per lavoro? Che lavoro?). Quelle persone che “dopo” lo avevano previsto, e “i dati parlavano chiaro”. Quelli che sul loro sito riportano le misure dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) come se fossero le loro, condite da preziosi consigli molto umani del tipo “se c’è il terremoto state fuori di casa”, oppure “potrebbero esserci altre scosse” (mavalà? E noi che credevamo che il terremoto era una roba da una botta e via!). Quelli che già all’Aquila lo avevano previsto, e poi si scopre che lo avevano previsto a Sulmona in un altro periodo, nonostante all’Aquila ci fossero già state numerose scosse, sbagliando quindi non solo il luogo ma anche la data, tanto che si sono pure beccati una denuncia per procurato allarme.

E poi c’è chi crede ai ciarlatani. Chi (…continua a leggere)

Pin It on Pinterest