Cermis: impuniti made in USA

Ridevano e filmavano le montagne, il «paesaggio splendido» del lago di Garda. Mentre il loro aereo violava le regole, volando troppo basso e troppo veloce, loro giravano un video ricordo delle Alpi: un souvenir per il pilota, all’ultima missione prima di tornare negli Stati Uniti. E poco dopo sono andati a tranciare la funivia del Cermis, uccidendo venti persone. Era il 3 Febbraio 1998.

È questa l’agghiacciante ricostruzione del dramma di Cavalese, realizzata da un’inchiesta di National Geographic grazie alla testimonianza inedita dei protagonisti: gli investigatori americani che tentarono invano di far condannare i responsabili. E il navigatore dell’aereo assassino, che per la (…continua a leggere)

Pin It on Pinterest