Parliamo di videogiochi. L’ultima volta che ho affrontato l’argomento è stato per Heavy Rain, ora si tratta  dell’ultimo titolo della Naughty Dog: The Last of Us. Premesso che questa non è una recensione nel senso classico del termine, di recensioni su questo gioco ne potete leggere a decine in giro per internet e scritte da gente più competente di me. Direi che questo post è più un commento da videogiocatore appassionato da circa un trentennio (sic!) e dato che da più parti ho letto che praticamente all’unanimità è stato definito come il metro di paragone per i prossimi giochi a venire mi sono volute chiedere se è davvero così. La riposta è stata proprio questo post. Chiariamo subito una cosa: The Last of Us è uno dei giochi migliori usciti in esclusiva per PS3. Ce ne fossero stati di più la guerra tra console sarebbe finita da tempo per manifesta superiorità della console giapponese. Siamo oltre i livelli di Gears of War per Xbox.

Modalità Storia

In un mondo invaso da zombie e da umani che lottano per sopravvivere dovrete portare a termine la vostra missione più importante: salvare l’unico essere umano immune dal virus! The Last of Us è un action adventure in cui sono presenti sia elementi del classico gioco d’azione (mira e spara) che piccoli enigmi da risolvere (comunque meno difficili  che nelle precedenti produzioni della Naughty Dog). La storia scorre su binari e non è possibile deviarne il corso o percorrere strade alternative. Questo è un particolare che dovete tenere a mente perché se Heavy Rain vi aveva deluso sotto questo aspetto qui è anche peggio. Va considerato che comunque l’interesse è sempre alto e non vi ritroverete mai annoiati.

Si la grafica del gioco è questa!

Si la grafica del gioco è questa!

L’impressione, però, è quella di trovarsi di fronte ad una sorta di film interattivo in cui lunghe sequenze cinematografiche sono intervallate da scontri a fuoco. Non vi rivelerò nulla sulla trama ma diciamo che la durata di questa modalità si attesta intorno alle 15 ore. Non paragonabile a giochi stile Oblivion, in cui l’esplorazione è totalmente libera ma molto prossima alla modalità storia di Call Of Duty. Rimane comunque un’esperienza che vi terrà con il fiato sospeso per tutta la durata della storia e spesso vi troverete ad ammirare l’eccezionale dettaglio grafico, senza alcun problema di Vsync! Insomma sarete voi i protagonisti di una puntata (tra le migliori) stile The Walking Dead.

Modalità Multiplayer Online

Finita la storia non vi rimane che passare alla modalità online e divertirvi con avversari umani che vi sfideranno in varie modalità all’interno di arene di gioco che sono poi le varie ambientazioni della modalità storia. Se avete giocato ad almeno uno dei capitoli della serie Uncharted troverete il solito modus operandi.

Versione multiplayer

Versione multiplayer

Qui le modalità di gioco sono due: “Factions” dove dovrete scegliere da che parte stare ed allearvi con gli Hunters o i Fireflies. All’inizio, ogni giocatore avrà un piccolo clan di sopravvissuti da mantenere in vita e da far crescere. Ci sono due modi per fare questo. In “Supply Raid”, dovrete frugare in tutto il territorio per far sopravvivere il team. La squadra ha un gruppo di 20 rinforzi. Una volta terminati i rinforzi, il match finirà brutalmente. L’altra modalità è “Survivors” dove dovrete essere estremamente vigili. Non ci sono respawns. Se verrete fatti fuori dovrete attendere l’inizio del prossimo round per tornare in gioco. Il match si gioca al meglio dei sette round: il primo team a portare a casa quattro round avrà la vittoria.

PRO

Storia migliore persino di The Walking Dead (serie TV)

Personaggi caratterizzati alla perfezione

Modalità multiplayer stile arena divertente e longeva

Localizzazione davvero ben fatta! Testi e doppiaggi all’altezza delle aspettative!

Audio multicanale 7.1 PCM lineare eccellente (ma canale centrale a volte troppo basso)

Grafica splendida (qualche texture non sempre all’altezza) di livello superiore a qualsiasi altro gioco abbiate mai visto


CONTRO

Modalità storia  su binari, o fate così oppure non andate avanti!

Nessuna innovazione nel gameplay rispetto alla trilogia di Uncharted

Caricamenti lunghi su BluRay, non si può installare sull’HD (solo se lo comprate su PSN)

IA nemici (modalità normale) non eccezionale ma comunque superiore alla media del genere

Risoluzione grafica “solo” a 720p (vedremo in futuro con la PS4 se potremo arrivare a 1080p senza intoppi)

Niente versione 3D (al contrario del precedente Uncharted)

 

CONCLUSIONI

Grafica al limite delle possibilità della PS3, audio splendido con colonna sonora minimal ma ben strutturata. Gioco che globalmente non è un capolavoro assoluto (storia lineare, modalità multiplayer non rivoluzionaria), non il metro di paragone per il futuro (qui va data la precedenza alla serie Uncharted sempre di Naughty Dog oppure a Half Life 2) ma senza dubbio uno dei titoli migliori mai apparsi sulla console della Sony. Doveste comprare un solo titolo quest’anno fatelo per The Last Of Us.






Commenta l'articolo

commenti

Pin It on Pinterest

Share This

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi